Via del Mortaro n. 25 00187 - Roma Sede nazionale Federcolf
Via Urbano ll n.41/a 00167 - Roma Sede nazionale Api-Colf

It

Es

En

Sp

Comunicato stampa: Ebincolf acquisisce lo status di organismo di certificazione Accredia

Lavoro Domestico, professionalità sempre più qualificate e certificate per gli assistenti familiari. Ebincolf acquisisce lo status di organismo di certificazione Accredia.

 

Gasparrini: «L’Ente Bilaterale è, ad oggi, l’unico Organismo di certificazione riconosciuto dall’Ente Unico di Accreditamento. Un importante passo per sedimentare la cultura del lavoro dignitoso attraverso lo strumento della contrattazione»

 

Roma, 11 gennaio 2023 – Professionalità sempre più qualificate e certificate per gli assistenti familiari prestatori d’opera in Italia attraverso l’intervento della bilateralità settoriale.

Ebincolf, l’Ente Bilaterale Nazionale del settore del Lavoro Domestico costituito dalle Parti Sociali firmatarie della contrattazione nazionale di settore Fidaldo, Domina, Filcams Cgil, Fisascat Cisl, Uiltucs e Federcolf, ha infatti acquisito lo status di Organismo di certificazione Accredia con l’accreditamento riconosciuto ai sensi della norma Uni Cei En Iso/Iec 17024 del 2012.

Per ottenere la certificazione lavoratrici e lavoratori dovranno dimostrare di possedere tre requisiti minimi: una conoscenza di base della lingua italiana; una comprovata formazione, realizzata nell’ultimo triennio che abbia consentito il conseguimento delle conoscenze, abilità e competenze nella mansione oggetto della certificazione; una esperienza lavorativa in regola di almeno 12 mesi, anche non continuativa, nell’ultimo triennio e nelle mansioni oggetto della certificazione.

Dal 2023 Ebincolf, operativo in qualità di Organismo di certificazione con il marchio “Certicolf”, certificherà la professionalità degli assistenti familiari sulla base della norma UNI 1176 “Attività professionali non regolamentate. Assistente familiare: colf, baby-sitter, badante – Requisiti di conoscenza, abilità e competenza”.

La norma, fortemente perseguita dalle Parti Sociali e introdotta nel 2019 definisce i requisiti specifici di ciascuna figura professionale operativa nell’ambito dell’assistenza familiare, con particolare riferimento alle tre qualifiche funzionali di colf, badante e baby sitter.

L’iter di accreditamento, avviato da Ebincolf nel 2017 sulla base di un disciplinare interno, ha comportato una significativa rivisitazione delle competenze e dell’organizzazione dell’Ente.

«Un’occasione fondamentale – commenta Lorenzo Gasparrini, Presidente di Ebincolf – che attesta l’importanza del settore per le oltre 2 milioni di famiglie che hanno alle proprie dipendenze un assistente familiare. Da oggi, queste famiglie potranno contare su professionisti con competenze verificate e certificate dall’Ente Bilaterale diventato, oggi, l’unico Organismo di certificazione riconosciuto da Accredia». «Le verifiche da parte dell’Ente Unico di Accreditamento saranno costanti nel tempo. – ha sottolineato Gasparrini – Questo, a nostro avviso, è un importante passo per sedimentare la cultura del lavoro dignitoso attraverso lo strumento della contrattazione».

«Volgendo lo sguardo al recente passato – ha aggiunto la Vice Presidente di Ebincolf Aurora Blanca – la bilateralità contrattuale nel comparto del lavoro domestico ha caratterizzato il settore offrendo strumenti di welfare volti alla tutela degli assistenti familiari e, al contempo, delle famiglie datrici di lavoro». «Protesi al miglioramento del settore e all’emersione dei rapporti di lavoro – ha evidenziato Blanca – ciascun attore sociale ha volto proattivamente il proprio contributo per la qualificazione del comparto e degli assistenti familiari al fine di dare pieno riconoscimento alle risorse umane impiegate e ai bisogni delle famiglie”.

“Il comparto domestico italiano – ha concluso la Vice Presidente – rappresenta ad oggi un unicum rispetto allo scenario europeo e mondiale. L’iter avviato nel 2017, con il risultato raggiunto oggi, esalta il valore della contrattazione collettiva nazionale e  spiana la strada verso un futuro volto alla centralità delle persone e al pieno riconoscimento del loro valore».

Precedente Comunicato stampa: Aggiornamento sulle trattative adeguamento Minimi Retributivi lavoro domestico 2023

Commento

Sede nazionale Federcolf

Indirizzo:
Via del Mortaro n. 25 00187 – Roma
06.6629378 | 06.66040532
segretariogenerale@federcolf.it

Sede nazionale Api-Colf

Indirizzo:
Via Urbano ll n.41/a 00167 – Roma
06.6629378 | 06.66040532
sedenazionaleapicolf@api-colf.it

Iscriviti alla Newsletter

Leggi il nostro giornale periodico

Dona il tuo 5x1000

Il tuo contributo concreto a sostegno dei diritti civili dei lavoratori domestici

© 2022 Tutti i diritti riservati C.F.: 80422220584 | Privacy Policy - Cookie Policy | Realizzato da Wematica